Ri-Ricostruzione Alternativa di Fatima 1917 secondo criteri di Paleoufologia Razionale

Fatima 1915 - Lucia, si trovò nlla pastura di Cabeco nella proprietà del padre a custodire le greggi con alcune amiche (Maria Rosa, Maria Justino, Teresa Martias) le bambine videro all'improvviso al di sopra degli alberi una strana sagoma, da Lucia definita negli interrogatori "simile ad una statua di neve". La cosa avvistata prima dalle altre bambine è immobile, sospesa nell'aria, sembrava osservarle, l'avvistamento ebbe un lungo periodo di tempo "pari alla durata di un preghiera di un rosario". La cosa avvistata era un'entità aliena (biologica?/robot antropomorfo?) dotato di una tuta molto riflettente che era in levitazione con una flying platform, probabilmente elettrica e silenziosa, l'entità probabilmente disponeva anche un microfono direzionale per spiare cosa dicevano ad alta voce le bambine, mentre pregavano.



Fatima - prima metà del 1916 - Lucia si recò al pascolo del Cabeco con Francesco e Giacinta. Mentre i tre bambini erano intenti a giocare, un vento inaspettato scosse gli alberi; la situazione era anomala in quanto il giorno era sereno. I tre piccoli istintivamente alzarono lo sguardo ma non scorsero niente, poi a distanza videro incamminarsi presso di loro un'entità antropomorfa, simile ad un bambino di 15-16 anni, che sembrava indossare una tuta bianchissima, l'entità si qualificò come Angelo della pace. L'entità era sicuramente un ologramma, che proveniva da un UFO che era atterrato poco distante dal luogo in cui erano i bambini.

Fatima estate 1916 - Lucia, Francesco, Giacinta stavano giocando intorno ad un pozzo, nei pressi dell'orto di casa. All'improvviso ricomparve la stessa entità che avevano visto tempo fà, questa volta l'entità si autodefinì l'Angelo Custode del Portogallo. Era in realtà un ologramma, che era proiettato da un drone alieno, silenzioso, posto nelle vicinanze.

Fatima- periodo tra la fine dell'estate e l'autunno del 1916, presso il podere dei genitori di Lucia, assieme a Francesco e Giacinta, i tre piccoli si recarono a pascolare le greggi, presso un uliveto chiamato "Pregueira". I bambini pregarono come l'Angelo Custode del Portogallo aveva loro insegnato, poi una luce comparve nel cielo e ricomparve la stessa entità. In realtà i bambini erano stati addormentati, tanto che non ebbero nozione di quanto tempo avevano pregato, prima di rivedere l'Angelo Custode del Portogallo. Fu reinstillato loro il ricordo mnemonico dell'Angelo Custode del Portogallo, dell'eucaristia, oggetti in lievitazione, ma questo innesto mnemonico fu selettivo, infatti le bambine poterono ricordare anche la voce, mentre il maschietto no. In realtà i bambini erano stati narcotizzati, posti in stato di sonno inconscio e sotto il controllo mentale alieno, che fissò falsi ricordi nella mente dei piccoli, per evitare di far ricordare loro il fatto che in realtà erano a bordo dell'astronave, soggetti a visite mediche scientifiche. Poi i piccoli ingerirono virus alieni/sonde nanobotiche, che poi provocarono loro un pesante stato d'astenia, fenomenologia missing time. ADDUZIONE ALIENA.

Cova da Iria, Fatima 13/5/1917 Giacinta, Lucia, Francesco giocavano lungo il pendio, scorsero due lampi non accompagnati da alcun fragore, poi avvistarono la "Signora" sopra un leccio. Era in realtà un drone UFO seminascosto tra le fronde che emetteva un ologramma e che poi trasmetteva dati agli elementi estranei che erano nel corpo dei bambini, provocando allucinazioni contestuali. Quello che fu scambiato per un elemento religioso era in realtà una sonda aliena, che scansionava lo stato di salute dei bambini e/o riceveva e trasmetteva dati, attivando ciò che i bambini avevano ingerito nella precedente adduzione (nanorobot per la trasmissione apparentemente telepatica) il drone alieno, fu dotato di microfono direzionale per il ricevimento del feedback vocale dei bambini.

Cova da Iria, Fatima 13/6/1917 Giacinta, Lucia, Francesco insieme ad altre persone erano intenti a pregare, lo stesso drone alieno ritornò nello stesso posto e poi ebbe a trasmettere ai bambini flussi di dati su protocolli alieni, che furono ricevuti dai nanobot e poi fissati nella memoria dei bambini, seguendo lo stesso metodo selettivo dell'adduzione aliena precedente.
Cova da Iria, Fatima 13/7/1917 Giacinta, Lucia, Francesco insieme ad altri erano intenti a pregare, lo stesso drone alieno ritornò nello stesso posto e proiettò loro trasmissioni aliene che furono fissate nella memoria dei bambini, seguendo lo stesso metodo selettivo dell'adduzione aliena. Il contenuto della registrazione aliena non conteneva la visione dell'inferno e neppure quanto riferito nelle memorie scritte nel 1938-1941 dalla matura e religiosa suor Lucia. Il messaggio alieno, è l'immagine del "terzo segreto di Fatima" che si riferisce ad eventi a venire in un lontano futuro, attinenti alla sovrappopolazione umana del XXI secolo. Infatti fu poi spiegato ai bambini analfabeti, ai quali fu detto di non dirlo a nessuno. I bambini non ne compresero a pieno significato, la Chiesa Cattolica ebbe ad elucubrare molti cervellotisimi teologici incasinati (violando il principio del rasoio di Occam) per ricondurre la parte che fu resa pubblica, forzandone il significato su eventi che però niente ebbero a che vedere con il vero contenuto. De facto la Chiesa occultò tutta la legenda del III segreto di Fatima (l'unico segreto rivelato dagli alieni) trascritto da Lucia, che con il tempo, ella riuscì a razionalizzare quanto ricevuto, dato che non avrebbe dovuto rivelarlo.

Cova da Iria, Fatima 28/7/1917 Carolina Carreira di 12 anni, Conceicao di Espite di 7 anni erano nei pascoli ad accudire al proprio gregge, ad un certo punto osservarono un'entità che eseguiva gesti ripetitivi, dentro il muretto che circonda un leccio. Era un altro ologramma alieno, proveniente da un drone alieno posto poco distante, gli alieni avrebbero voluto addurre altre due bambine, probabilmente per ripetere gli stessi esperimenti potendo disporre di un backup (campione di controllo), ma le due bambine non interagirono con l'ologramma perchè erano distanti, la più grande era più preoccupata per la responsabilità del gregge piuttosto che essere colta da curiosità per l'entità che eseguiva cripitici comportamenti meccanici e ripetitivi.

Cova da Iria, Fatima 13/8/1917 il drone si approssimò al leccio per contattare i tre bambini, ma questi non c'erano, tutti e tre erano stati segregati dalle autorità portoghesi, l'oggetto rimase sempre mascherato da una cortina fumogena di piccola entità, per nascondere le sue vere forme di macchinario volante, s'allontanò non avendo potuto instaurare il contatto con i tre contattati.

Valinhos, diocesi di Fatima 19/8/1917 era domenica i tre bambini erano stati liberati, Lucia e Francesco entrarono in contatto con il drone alieno che ritornò nei pressi del leccio (e mancando Giacinta, Lucia la fece chiamare dal fratello Giovanni). S'instaurò la connessione drone alieno/bambini su protocolli alieni, che non aveva natura telepatica ma era invece annessa alla trasmissione (forse elettromagnetica) di dati per i nanobot, che erano ancora presenti nel corpo dei bambini.

Cova da Iria, Fatima 13/9/1917 oltre al drone alieno per la comunicazione con i tre piccoli ex-addotti, si manifestarono in lontananza altri piccoli oggetti alieni che rilasciarono nella zona nanobot per qualche scopo scientifico. La presenza di stelle scintillanti in cielo che si muovevano, potrebbero essere state altre navicelle aliene, oppure Foo Fighters.
Cova da Iria, Fatima 13/10/1917 si manifestò il miracolo del sole: UFO con shape e colori simili ad un UFO a tecnologia saurica di 30mt di diametro. I nanobot aspersi nel mese precedente infettarono qualche testimone dei 70mila presenti, permettendo loro di osservare spezzoni della telecomunicazione diretta ai tre bambini, i quali osservarono una trasmissione aliena completa e scorsero anche il momento in cui la trasmissione del drone rientrò dentro l'UFO. L'immagine della Madonna che sparì in modo cranio-caudale, potrebbe essere la prova che le trasmissioni del drone mentre rientrava nell'astronave, entrava in interferenza con le emissioni di plasma dell'UFO che le assorbiva e le disperdeva nel suo strato di plasma esterno, tagliando così pezzi di comunicazione in modo progressivo, sino a quando il drone non era rientrato nell'UFO


Le autorità inquirenti religiose nel 1916-1930 non s'aiutarono con un sussidio scientifico per la valutazione del fenomeno, comunque all'epoca il contributo della scienza sarebbe stato modesto ma non inutile, anche se all'epoca non era stato varato il paradigma scientifico della Meccanica Quantistica (1927-1940) ed essendo ancora poco diffusa e poco compresa, la Relatività (1916).

Le apparizioni (interfacce grafiche umane di natura religiosa) poste in essere dagli alieni e raccontate dai bambini, i quali però non rivelarono mai il segreto che gli fu comunicato loro, dato che non sarebbe stato piacevole per la gente; ciò indusse la Chiesa Cattolica ad avallare nel 1930 il fenomeno di Fatima come genuine, di matrice religiosa e cattolica, dato che il prodotto della fenomenologia causò fede e preghiera, nei fedeli portoghesi.

Successivamente le memorie di suor Lucia (da adulta) furono rielaborate e poste su carta in un convento, le sue narrazioni probabilmente scritte anche con il supporto teologico del contesto in cui viveva, furono poste su carta tra il 1941-1944 e tesero a cancellare quegli strani indizi, che erano palesi negli interrogatori di quando Lucia era più piccola, tanto che furono verbalizzati dal teologo, che all'epoca era addetto allo studio del caso.

A riprova che intrinsecamente la Chiesa Cattolica dopo la WWII e con i progressi della scienza, i teologi hanno cambiato opinione declassando gli eventi di Fatima (a causa delle pesanti contraddizioni e delle molte mancanze riferite da suor Lucia circa i messaggi dell'entità) c'è la dimostrazione pratica che con il tempo, i Papi ignorarono quanto era stato ordinato dalla Madonna (stando alla penna di suor Lucia).

Infatti non fu mai rivelato il messaggio di Fatima nel 1960s, inoltre il foglio scritto da suor Lucia che era la legenda del terzo segreto di Fatima (ossia il contenuto dell'evento del 13/7/1917) è tutt'ora imboscato dalla Chiesa Cattolica. Questo perchè probabilmente, il suo contenuto molto ben spiegato si riferisce ad eventi umani non ancora accaduti, attinenti al XXI secolo, ad un contesto piagato da guerre, sovrappopolazione, climate change!.

Per motivi annessi alla convenienza del culto pubblico cattolico, la Chiesa non ha mai più discusso il caso Fatima alla luce di nuove e migliori conoscenze scientifiche, per cui la Chiesa Cattolica ad oggi tace, mentre pochi sono i teologi che pubblicamente osano porre dubbi, sulle carenze ed incongruenze, dei tre segreti di Fatima.

Stima sugli Scopi ed Obiettivi alieni: DO UT DES gli alieni avendo campionato il grado di salute medio dei bambini del Portogallo nel 1917, ed avendo sperimentato una tecnologia di trasmissione mnemonica agli addotti con protocolli alieni, hanno ritenuto opportuno comunicare loro in premio, informazioni su futuri eventi nefasti dell'umanità. L'analfabetismo dei tre piccoli, ed il divieto alieno di diffonderlo prima del 1960s ha ritardato la corretta interpretazione del III segreto di Fatima.

In questo modo, è rimasto neutro l'intervento alieno che non ha influito sull'oggetto di studio (ossia l'umanità) e nel 1917 ha permesso ancora una volta (come in passato) agli alieni di restare occultati (celandosi dietro l'interpretazione religiosa dell'evento). 

Per quanto, dagli scritti di suor Lucia, apparirebbe una volontà degli alieni di manifestarsi pubblicamente con l'evento UFO del 13/7/1917 mirato a generare una palese presenza, creando (forse) unità nel genere umano (manifestando la presenza aliena), tanto che forse all'epoca l'evento UFO del 13/7/1917 potrebbe anche essere stato un vano tentativo alieno di bloccare l'ecatombe della WWI?. In ogni caso è evidente che nel pattern di Fatima è presente:
  • L'associazione (alieni -> dei) è una classica costante in tutti i paleocontatti diretti e corrisponde perfettamente al principio atteso dell'alieno logico, che entra in contatto con civiltà analfabete o quasi-analfabete.
  • La presenza di tecnologia aliena con mezzi VTOL ad eliche intubate, è elemento ben noto e conosciuto, ben documentato, nella paleoufologia razionale.
  • La profezia di sventure future, la si ritrova anche nel Paleocontatto [1200DC,1492) Incas/Hopi il cui contenuto non fu compreso dai sud americani (rendendo sterile l'informazione e nulla la deviazione storica, che ne sarebbe potuta scaturire).

Th:
Questi forti collegamenti paleoufologici, sono IMHO concettualmente coerenti con patterns paleoufologici del passato, rendendo razionale e plausibile l'ipotetica valutazione degli Scopi ed Obiettivi alieni in Fatima 1917.