La Fantascienza, l'Ufologia ed il Terzo Incomodo

In questa breve bloggata, discuterò brevemente del rapporto che esiste tra Fantascienza ed Ufologia, dimostrando se:
  • è stata la Fantascienza ad influenzare l'Ufologia, oppure
  • è stata l'Ufologia ad influenzare la Fantascienza, oppure
  • Fantascienza ed Ufologia si sono reciprocamente influenzate, oppure
  • se esiste un Terzo incomodo che ha influenzato la Fantascienza e l'Ufologia
Discutere di questi temi, che sfociano nell'ufologia sociologica, a volte può essere poco utile, specie se s'imposta un discorso generale ed astratto, che potrebbe finire per apparire come incapace di cogliere la complessità della realtà.

Per questa ragione, per ogni tesi che proporrò, mi riferirò sempre ad almeno un caso specifico (o due, o più di due) per dimostrare ciascun enunciato. Nello scansionare rivista per rivista, rufolando dentro le PULP MAGS (anche se il lavoro è working in progress, non è ancora ultimato in modo esaustivo), già a livello campionario è possibile affermare e dimostrare quanto segue:

L'Ufologia ha influenzato la Fantascienza.
Esistono almeno due casi, in cui la proto-ufologia/l'ufologia ha influenzato la Fantascienza. Eventi UFO, hanno talvolta fatto da "incipit" per alcuni autori di Fantascienza, da cui poi hanno inventato novelle di SciFi. Questo accadde perchè l'essere umano in un contesto d'economia capitalista, voleva monetizzare un evento UFO, e l'unico modo per trarne profitto era di trasformarlo in un racconto, per ricavarne danaro tramite la pubblicazione coperta da diritto d'autore, dentro a magazine di Fantascienza, che pubblicavano storie "fantasiose ed incredibili".

La Fantascienza ha influenzato l'Ufologia. 
Moltissimi sono i casi in cui la Fantascienza ha influenzato l'Ufologia, per meglio dire la (f)uffalogia, confrontare con quanto dimostrato nel post LE RADICI TEMPORALI DEL COVER UP SUL FENOMENO UFO. In breve si può dire che, la maggioranza dei casi UFO PATACCA sono spesso remixati/permutati da oscuri o noti racconti di fantascienza, pubblicati precedentemente nella Pulp Mags.

Il Terzo incomodo che ha influenzato la Fantascienza e l'Ufologia.
  1. Sono gli alieni, in visita cronologicamente sporadica e geograficamente aspersa sul pianeta Terra, i quali hanno causato dal 5000AC circa, numerosi avvistamenti che all'inizio della civiltà umana furono interpretati come eventi religiosi e conservati in miti od antiche religioni od opere artistiche antiche. Con il tempo tali avvistamenti sono diventati eventi misteriosi e criptici, facilmente etichettabili come eventi ETH.
  2. La presenza di ALMENO due contattati: Eliza Haywood, quanto Jonathan Swift (Paleocontatti Indiretti (v3.5) il caso di JONATHAN SWIFT pag.176) dentro ai proto-autori di proto-SciFi, indica che gli alieni (che osservavano la cultura umana da molti secoli), all'epoca s'erano accorti, che gli esseri umani erano in procinto d'accorgersi degli alieni. Nel mondo protestante dell'epoca, proliferavano idee innovative. Il contatto alieno con la scrittrice Eliza Haywood e con Jonathan Swift. indicano IMHO un interesse alieno a collaborare sui temi del primo contatto e della tecnologia aliena, fornendo fonti d'ispirazione ai due autori. La manifestazione della presenza aliena, ancorchè all'interno di un format astratto e falso come la SciFi, è probabilmente interesse alieno, perchè permette di far PRE-DIGERIRE all'umanità, la presenza aliena, riducendone lo shock. All'epoca, Chiesa Cattolica nel 1754 perorava il terracentrismo, avendo bruciato al rogo Giordano Bruno (che invece perorava la pluralità dei mondi, nell'Universo). All'epoca per Chiesa Cattolica qualsiasi cosa di non umano, era ritenuto manifestazione di Dio oppure di Satana: non c'era altra possibilità logica!.